Conservare di tutto con le macchine per il sottovuoto a partire dall’alimento principe, il pane

E’ l’alimento principe, forse il più conservato sotto vuoto da quando questa tecnica di conservazione si è diffusa anche a livello casalingo. Sono in tanti che si domandano come conservare il pane perché mantenga quella fragranza, quel profumo e quella croccantezza che lo caratterizza al momento dell’acquisto. Una domanda importante perché il pane proprio per gli elementi che lo formano, tende a deteriorarsi in fretta, diventando secco e duro con grande rapidità.
Le macchine per il sotto vuoto sono la soluzione a questa esigenze che risponde non solo alla durata del prodotto per un tempo maggiore ma anche ad evitare il rischio di spreco alimentare.

Se si vuole acquistare una delle tantissime macchine per il sotto vuoto present in commercio, però, e scegliere quella più adatta alle vostre esigenze, il consiglio è di leggere questa guida sulle macchine per fare il sottovuoto e prendere spunto dalle tante indicazioni per fare una scelta adatta e consapevole.

Tornando alla conservazione del pane, tra le metodologie più consigliate c’è quella con il sottovuoto. Ma ci sono alcuni suggerimenti utili ad ottenere questo scopo nonostante la difficoltà del prodotto.
Per prima cosa è bene evitare la conservazione istantanea del pane in frigo quando ci si accorge che è avanzato.  Il pane infatti diventa raffermo subito se posto a temperature fresche. La cosa migliore da fare è riuscire a conservarlo per un paio di giorni tenendolo a temperatura ambiente per poi imbustarlo, magari sottovuoto, e congelarlo. Quando si andrà a riscaldarlo, sarà come appena sfornato.

Un altro metodo è quello del panno umido. Prima del sottovuoto, per conservare il pane si può, ad esempio, avvolgere il pane in un panno umido per mantenere inalterata la freschezza dell’alimento almeno per un giorno.
Un’altra soluzione potrebbe essere un sacchetto di tela e la carta da forno con un tempo di conservazione di un giorno. Se, invece, si vuole avere un pane conservato per un tempo più lungo è necessario ricorrere al sottovuoto usando sacchetti appositi e una macchina per l’aspirazione, che sarà necessaria per imbustare il pane.