Fornetti rettangolari classici o a conchiglia: come cambia il modo di cuocere la pizza

Il mercato propone diverse tipologie di fornetti per pizza, dai classici modelli rettangolari, idonei anche a cotture di altri alimenti, ai più specifici fornetti ‘a conchiglia’. Questi ultimi, in particolare, sono fatti apposta per la pizza, ma presentano lo svantaggio di poterne cuocere solo una alla volta per questioni di spazio e conformazione. Nel caso si dovesse procedere alla cottura di più pizze contemporaneamente, questo tipo di fornetto non è adatto, pertanto si può optare per modelli più tradizionali, magari di maxi dimensioni e con più ripiani interni in grado di ospitare più di una pizza per volta per non dovergli far fare la ‘fila’ e far attendere i commensali. Dopo l’utilizzo si suggerisce di pulire sempre la pietra, per impedire che eventuali residui rimasti attaccati possano carbonizzarsi negli utilizzi successivi emanando cattivi odori di bruciaticcio che potrebbero compromettere la resa e il sapore della pizza stessa.

Oltre che per tipologia i fornetti per pizza di ultima generazione si differenziano anche per dimensioni e versatilità, fattori che pesano e condizionano il prezzo. Le misure del fornetto e il tipo di pietra della base di cottura, che può essere ollare o refrattaria, influiscono sui costi dei vari modelli. Per quanto riguarda i fornetti a conchiglia va considerato con attenzione il diametro della pietra per stabilire la grandezza delle pizze che si potranno infornare. Una volta assolto al compito di cuocere, i fornetti vanno sempre puliti dopo l’uso per poter essere pronti a un successivo riutilizzo. Di solito i moderni fornetti per pizza sono abbastanza semplici da pulire, non richiedono operazioni complesse o una particolare manutenzione.

Tuttavia, bisogna sempre intervenire in modo delicato senza l’uso di spugnette abrasive o detergenti aggressivi, per non graffiare o danneggiare l’interno del fornetto. I migliori modelli vengono venduti forniti di accessori che servono nelle varie fasi della cottura, pre e ante. Molto utile la classica paletta da usare per collocare la pizza sul ‘letto’ di pietra e anche nella fase successiva, in corso di cottura, per girarla in modo da renderla più omogenea. Notizie più approfondite e dettagliate a riguardo potrete apprenderle dalla consultazione del sito tematico www.fornettomigliore.it.